fbpx
Donna sorridente al sole rischia photo aging

Cos’è il photoaging, detto anche foto invecchiamento?

Photoaging definizione

Il photoaging, detto anche foto invecchiamento, definisce il fenomeno di danneggiamento e invecchiamento prematuro della pelle a seguito dell’esposizione prolungata ai raggi del sole o a lampade abbronzanti.
I segni del photoaging si rilevano più frequentemente su viso, collo e dorso delle mani. Possono essere contrastati efficacemente con trattamenti mirati e alcuni accorgimenti. 

Quali sono le cause del photoaging?

Il photoaging vede i raggi UVA e UVB come principali fattori scatenanti. I primi penetrano fino al derma, la parte più profonda della pelle, mentre i secondi colpiscono l’epidermide in superficie. Entrambi aumentano i processi ossidativi, l’instabilità delle cellule e il deterioramento del DNA al loro interno.  Ciò si traduce in uno squilibrio nella produzione di collagene, elemento essenziale per il ricambio tra gli strati connettivi e la sostituzione delle fibre danneggiate. 

Quanto più a lungo ci si espone ai raggi solari o a lampade abbronzanti senza protezione, tanto più i segni del foto invecchiamento saranno visibili. 

Quali sono i sintomi del photoaging?

Il photoaging si manifesta principalmente tramite la comparsa di varici su naso, guance e collo, lassità e secchezza della pelle, iperpigmentazione e mancanza di uniformità del colorito della pelle. È importante sottolineare che questi sintomi non sono il risultato del normale invecchiamento cellulare: è sufficiente confrontare le parti del corpo meno esposte al sole con quelle più colpite per notare la differenza.  

Come contrastarlo?

È possibile combattere il photoaging con trattamenti viso mirati. Nel nostro Centro di Medicina Estetica di Bologna offriamo una grande varietà di soluzioni, in modo da soddisfare le esigenze dei nostri clienti a seconda dell’età e del tipo di pelle. 

– Needling 

Il needling, o microneedling, è un trattamento versatile: può ridurre le cicatrici da acne, smagliature e altri inestetismi cutanei in quanto stimola il ricambio cellulare. In che modo? Tramite aghi sottili, la pelle viene sottoposta a microtraumi che inducono la produzione di collagene, acido ialuronico ed elastina.
L’aspetto dell’epidermide diventa così più elastico e tonico. 

–Biostimolazione, bioristrutturazione, biorivitalizzazione

La biostimolazione, la bioristrutturazione e la biorivitalizzazione sono i trattamenti più indicati contro il photoaging. Donano idratazione profonda,  rigenerazione tissutale e riempimento: il risultato è un viso dall’aspetto elastico, più giovane e idratato.
Offriamo diverse terapie anti-aging, studiate per uno specifico livello di foto invecchiamento. In questo modo assicuriamo la somministrazione della cura giusta e ottenere risultati soddisfacenti

– Peeling

Il peeling  chimico esfolia la pelle del viso e rimuove le cellule epidermiche ormai morte. Viene applicato seguendo le linee di tensione elastica della pelle, in modo da penetrare in profondità e stimolare il rinnovamento cellulare dal derma fino all’epidermide. È efficace contro molteplici inestetismi cutanei, tra cui troviamo anche il photoaging.  

Quanto costa?

Il costo di un trattamento di biostimolazione, ristrutturazione o rivitalizzazione è decisamente inferiore rispetto a metodologie, anche di tipo chirurgico, più tradizionali. In più, puoi approfittare delle promozioni in corso per provare la terapia anti-aging che più ti interessa. 

Riscopri la luminosità del  tuo viso!

Per info chiamaci allo 051 0935313

oppure scrivici a info@medicinaesteticasanprospero.it 

San Prospero è a tua disposizione: ti offriamo discrezione, salute, bellezza.